Seleziona una pagina

il-cestaio

Buongiorno mEEtalers! 😀
Oggi vi parliamo di un progetto interessante che la nostra mEEtaler  Serena Lavezzi ha organizzato.
Serena è in procinto di pubblicare il suo nuovo romanzo “Il Cestaio” e ha optato per una campagna di raccolta fondi crowdfunding che le consentirà, con il supporto dei suoi sostenitori, di pubblicare sia la versione cartacea che l’ebook.
Per farlo ha bisogno di raggiungere la cifra di 2.000 euro che possono essere versati su questa piattaforma

Il costo della sottoscrizione?

E’ presto detto:
5 euro per l’ebook e 15 per il cartaceo.
Nella piattaforma dove ha attivato la raccolta fondi, la BookaBook, c’è anche la possibilità di contribuire per altre cifre.
Serena infatti ha realizzato anche dei cofanetti che prevedono una o più copie del cartaceo assieme ad alcuni gadget realizzati a mano.

Ci piace l’idea di Serena Lavezzi perché…

E’ una sfida!
Se infatti verrà raggiunta la cifra stabilita il romanzo vedrà la stampa, in alternativa verranno rimborsate tutte le somme versate a chi ha deciso di supportarla. Un modo insolito di arrivare a pubblicazione, che parte dal basso, dalla base di lettori affezionati che attivamente si muovo per portare alla vita un’idea e una storia coinvolgente e affascinante.

Il romanzo da sostenere…  “Il Cestaio”

Un vecchio cestaio abita vicino al Villaggio delle Volpi, in un paesino montano della Prefettura Miyagi, in Giappone. Il suo nome è Kimura Fumio. Le sue giornate trascorrono lente, solitarie e monotone, mai scalfite da eventi esterni o imprevedibili.

Una mattina una giovane ragazza coreana lo ferma per strada, mentre è intento a fare la spesa al piccolo mercato. Lei ha intrapreso un lungo viaggio per raggiungerlo, ma lui non sa chi sia, non la riconosce. Gli chiede delle risposte e l’istinto spinge Fumio a invitarla nella sua piccola casa, anche per evitare sguardi indiscreti.

Una volta chiusi lì iniziano a conoscersi. Lei gli fa vedere una foto della città cinese di Harbin, in Manciuria, che lui riconosce subito. E’ a pochi passi da lì che ha trascorso la maggior parte della guerra.

Quell’incontro scaverà nel passato di Fumio, così in profondità da spaventarlo. Dovrà tornare indietro prima di trentacinque anni e poi di cinquanta, rivivendo tutta la sua storia per capire il legame che lo unisce a So-yon, la ragazza. E a suo padre che in quel momento l’attende a casa, in Corea del Sud, senza sapere nulla del viaggio che lei ha intrapreso per scoprire la verità.

Da quel giorno le loro esistenze muteranno completamente.

Anche lei dovrà affrontare molte prove, trovando dentro di sé il coraggio e la tenacia necessarie per ascoltare la storia di Fumio. Sentimenti, ricordi, incontri, lettere, fotografie e una stanza segreta. Ogni passo li porterà sempre più vicino alla verità.

Le loro storie rimarranno intrecciate nella trama di una cesta di bambù fatta a mano.

Intervista con l’Autrice, la mEEtaler Serena Lavezzi

serena lavezziLoriana – Ciao Serena, intanto grazie per essere qui con noi. Ti accogliamo qui dalla redazione del blog di mEEtale e ti facciamo un grande abbraccio a nome di tutta la Community.

Serena – ciao a tutti è un piacere essere qui.

Loriana – La tua idea ci è piaciuta molto e abbiamo già un sacco di domande da farti. Quindi mettiti comoda che andiamo a iniziare! 😛

****

Loriana –  Perché hai deciso di pubblicare in questo modo, inusuale e controcorrente rispetto ai sistemi tradizionali? Cosa significa per te?

Serena – E’ nato tutto per caso, scrivo da anni sul sito di racconti The Incipit e sono stati proprio loro a propormi a Bookabook, che cercava autori da promuovere. Ho deciso di buttarmi in questa nuova avventura proprio per l’originalità e la pubblicità che viene da sé su un progetto così particolare e innovativo. Per me ha significato fare un passo in più decisivo nel mio percorso di scrittrice, ora devo raccoglierne i frutti!

Loriana –  Come ti è venuta questa idea della campagna crowdfunding?

Serena – Non avrei mai pensato di pubblicare in questo modo, ma quando Bookabook mi ha spiegato l’iniziativa mi sono detta… perché no? Così ho raccolto la sfida con i lettori!

Loriana –  Perché i lettori dovrebbero supportarti? Prova a convincerli in dieci parole…

Serena – La storia è vera, sincera…i protagonisti persone imperfette.

Loriana –  Quali sono le tue aspettative e i tuoi programmi per la promozione del romanzo?

Serena – Sto organizzando diverse iniziative per la pubblicità. Aperitivi letterari ad Alessandria, la mia città d’origine, azioni mirate di marketing online, attraverso il passaparola e la visibilità nei siti dove si chiacchiera di libri e lettura. Presto sarà tutto in moto e… vedremo! Incrocio le dita.

Loriana –  Parlaci de “Il Cestaio”. Come è nata l’idea della storia? Come ti sei documentata? Cosa vuoi trasmettere con il tuo romanzo?

Serena – La storia è nata per caso, come mi capita spesso. Stavo navigando in rete cercando spunto per un racconto, di link in link mi sono ritrovata a leggere un articolo su un periodo sconosciuto della storia d’Oriente e della Seconda guerra mondiale. Lì c’era già il germe dell’idea, poi si è trasformata in storia e i personaggi sono diventati reali a tutti gli effetti.

E’ un romanzo in parte storico, gli eventi a cui mi riferisco sono realmente accaduti, io ci ho solo costruito attorno una trama di fantasia… ma forse neanche troppo.
Il mio messaggio, se così può chiamarsi, è che giudicare le persone non è semplice come sembra, che tutti commettiamo dei passi falsi e che è difficile valutare la coscienza di chi ci sta di fronte.

Loriana –  Progetti per il futuro?

Serena – Sempre molti! Collaboro con la rivista d’informazione The Infotainment in qualità di storica, grazie alle due lauree che ho conseguito in questa materia. E anche concorsi letterari, che seguo sempre da vicino. Nuove storie,  quelle non mancano mai.

Loriana –  La community di mEEtale è sempre pronta a sostenere e supportare i propri iscritti, cosa vuoi dire ai mEEtaler che leggeranno questo articolo?

Serena – mEEtale per me significa Svolta. E’ qui che, dopo anni di silenzio, ho deciso di mostrarmi e pubblicare i miei primi racconti. E’ un sito, ma anzi una comunità prima di tutto, a cui sono molto affezionata e dove ho fatto belle amicizie. A tutti i colleghi scrittori che mi conoscono posso dire solo grazie, per avermi sempre sostenuto e per aver apprezzato le mie piccole storie.

Allora amici lettori, mEEtalers, scrittori… che facciamo? Diamo una mano a Serena e contribuiamo con il nostro supporto?

Noi di mEEtale crediamo molto nella creatività e nella spinta innovativa dei nostri autori, è il momento giusto per dimostrarlo:

2.000 euro e un sogno di carta e inchiostro si avvera. 2.000 e “Il Cestaio” diventerà realtà.

Forza… partecipate in tanti!


Articolo a cura di

Loriana Lucciarini

scrittrice & mEEtaler