Seleziona una pagina

iostoconPaolo

Per raccontare una storia abbiamo bisogno di tante storie. Scrivi un racconto per parlare della Sla
Pubblica

Partecipare è semplice

Pubblica il tuo racconto

con hashtag #iostoconPaolo

Condividilo con i tuoi amici

Supporta

TEMA

“SLA”

Prima di leggere il Tema della “competition” devi sapere chi è Paolo Palumbo, malato di SLA ma con una forza che poche persone hanno. Per raccontarlo riprendiamo le parole del suo caro amico Luigi Pomata ” I SUPEREROI esistono e PAOLO e’ uno di loro. Sei riuscito a sensibilizzare una nazione, hai fatto capire a molte persone il senso della vita,hai deghetizzato e dato speranza a tutte quelle persone che avevano perso la speranza e rimanevano chiuse in casa, stai contribuendo alla ricerca…. in poche parole sei un MITO.” Questo è Paolo e prima di iniziare a scrivere ti invitiamo a scoprirlo sulla sua pagina facebook

La sclerosi laterale amiotrofica, o SLA, chiamata anche malattia di Lou Gehrig (dal nome di un giocatore di baseball, la cui malattia nel 1939 sollevò l’attenzione pubblica), o malattia di Charcot o malattia dei motoneuroni, è una malattia neurodegenerativa progressiva del motoneurone, che colpisce selettivamente i motoneuroni, sia centrali (“1º motoneurone“, a livello della corteccia cerebrale), sia periferici (“2º motoneurone”, a livello del tronco encefalico e del midollo spinale). La SLA è caratterizzata da rigidità muscolare, contrazioni muscolare e graduale debolezza a causa della diminuzione delle dimensioni dei muscoli. Ciò si traduce in difficoltà di parola, della deglutizione e, infine, della respirazione.

Non esiste una cura nota per la SLA. Un farmaco chiamato riluzolo può prolungare l’aspettativa di vita di circa due o tre mesi. La ventilazione artificiale può comportare sia una migliore qualità, sia una maggiore durata della vita. La malattia di solito inizia intorno all’età di 60 anni e, nei casi ereditati, circa una decina di anni prima. La sopravvivenza media dall’esordio al decesso può variare dai tre ai quattro anni. Circa il 10% sopravvive più di 10 anni. La maggior parte muore per insufficienza respiratoria. In gran parte del mondo, i tassi epidemiologici di SLA sono sconosciuti. In Europa e negli Stati Uniti, la malattia colpisce circa 2 persone ogni 100.000 individui all’anno.

Ti chiediamo di raccontarci storie a te vicine o di fantasia che possano sensibilizzare l’argomento

COME FUNZIONA LA CALL PER SCRITTORI

L’intento della Chiamata alle armi per gli scrittori  è quella di utilizzare lo scrivere come mezzo per affrontare l’immensa portata di questo tema, per sensibilizzare raccontando.. Usare la scrittura come arma per agire trasformando le parole in fatti. Ed è questo che vogliamo fare, il nostro obiettivo è di selezionare una serie di racconti e inserirli in una raccolta digitale e le vendite serviranno per supportare la ricerca.

La call è GRATUITA e aperta a tutti. Chi partecipa può caricare sulla piattaforma meetale.com un breve Racconto, entro il 30 Ottobre 2017. Ogni autore potrà pubblicare un solo racconto . L’hashtag di riferimento da assegnare alla propria opera in fase di pubblicazione sulla piattaforma è #iostoconPaolo.

LA PUBBLICAZIONE

L’obiettivo è di raggiungere un numero elevato di racconti di qualità che possano dare vita ad un volume unico che possa essere distribuito nelle scuole, nelle università e allo stesso tempo diventare uno strumento per recuperare fondi per la ricerca.

Questo è un primo step e speriamo che la tua storia farà parte della raccolta.

Per la consegna mancano

Giorno(s)

:

Ore(s)

:

Minuto(i)

:

Second(s)

“Non volevo condividere questo video perché non è ancora quello che volevo. Perché dobbiamo ancora montarlo nel modo giusto, perché possiamo fare ancora meglio. Però il problema che abbiamo è quello del tempo e delle risorse. Allora per cercare supporto, idee etc ho deciso che fosse meglio incominciare a condividere l’idea, sperando di trovare supporto e spunti. #IostoconPaolo ” Marco Gualtieri – Founder and Chairman presso Seeds&Chips

Scopri il Progetto “Sapori a Colori”

Un percorso attraverso una serie di ricette che costituiscono un libro di cucina veramente speciale. Per la prima volta, infatti, i piatti sono pensati e creati appositamente per tutti coloro che non possono nutrirsi in modo naturale e debbono far ricorso a pappe omogeneizzate o al sondino. Un ricettario, dunque, di agilissima lettura ma che aiuta nel quotidiano, soprattutto coloro che hanno perso – loro malgrado – l’abitudine al gusto del cibo e al piacere della tavola. Un’esperienza che nasce per la forza di volontà di un grande giovane, che ha scoperto solo recentemente di essere uno dei più giovani pazienti al mondo affetto dalla sla.

Vai al sito www.saporiacolori.it e inizia a supportare il progetto acquistando il libro

NON ASPETTARE INIZIA A SUPPORTARE IL PROGETTO

Anche il Presidente Obama ha detto #IostoconPaolo Paolo Palumbo Sapori e Colori. @paolopalumbo_ #sac17 Combattiamo la SLA www.saporiacolori.it Iban per aiutare la ricerca IT34S0306917411100000010900
INTESTATO A SAPORI A COLORI Paolo Palumbo Sapori a Colori