ALLA CORTE DEL CONTE PAGINA II
George Debilatis

Marco Vettori, conosciuto come IL CONTE, gestisce un bar caratteristico di una cittadina esemplare che non ama i degenerati, gli spostati, i problematici, gli sbandati, i fuoriusciti e i complicati. Ma esattamente quel tipo di clientela affluisce nel suo porto di mare fra birra, canne ed esplosioni incontrollate di stralunata violenza. A completare il tutto Marco Vettori, teddy boy mai pentito, è preda di una mistura micidiale di antipsicotici e whisky.

1 pagina

racconti_brevi

Alcune opere dell'autore

UOMINI DI FEDE

racconti_brevi

121   1   0

AVRAI IL NOME DI UN CIELO

poesia

116   0   0

Un tale profeta

racconti_brevi

136   1   0

RICORDAVI LE STAGIONI

poesia

111   0   0

L'AMORE AI TEMPI DELLA SALMA CELATA

horror

160   0   0